Bagni di Natale nella lana di pecora: a Merano, un’esperienza da non perdere

202

lana meranoE’ tempo di feste ed inizia a farsi avanti l’idea di regalarvi qualcosa di speciale? L’inverno è arrivato e con esso le temperature rigide e quel freddo che entra nelle ossa e diventa fastidioso…quale occasione migliore per concedersi allora un bel bagno di Natale nella lana? A Merano questo trattamento rientra nella tradizione e presso il centro Spa & Vital delle Terme di Merano potrete concedervi questo meraviglioso e rilassante rituale di benessere!

Si tratta, in sostanza, di un bagno della durata di 20 minuti in cui però la protagonista non è più la consueta acqua bensì la lana della Val d’Ultimo: questa produce un calore rilassante e naturale provocando moltissimi effetti curativi. Rimanere avvolti nella lana, infatti, stimola la microcircolazione, rafforza il sistema immunitario, agisce contro i disturbi reumatici, le infiammazioni articolari, l’artrosi e armonizza tutte le funzioni corporali. Un vero e proprio toccasana, quindi, per affrontare il nuovo anno con una forza ed una vitalità rinnovate!

La lana in effetti, e soprattutto quella di pecora, contiene grandi quantità di lanolina e questa speciale cera ha proprietà davvero miracolose: è infatti curativa, idratante, antinfiammatoria e contiene molto zolfo, conferendo un effetto tranquillizzante e lenitivo.

Siete stressati dall’anno alle spalle? Avete bisogno di concedervi qualche momento di relax, da soli o in compagnia di tutta la famiglia? Vi consiglio allora di provare quest’esperienza unica e davvero particolare: un bagno di benessere in cui potrete ritrovare voi stessi e tutta la vitalità che prima era oscurata dalla stanchezza.

E se avete paura di annoiarvi e non sapere che fare, nessun problema: un giretto ai mercatini di Natale di Merano è sicuramente d’obbligo e vi aiuterà a svagarvi ed immergervi del tutto nel clima natalizio altoatesino! Se invece avrete voglia di scoprire nuovi luoghi, c’è sempre la vicina Bolzano che merita sicuramente una visita!

 

SHARE
Previous articleSpeciale Cenone di Natale 2014: continuano le proposte dai grandi chef italiani
Next articleVacanze sulla neve 2014: in Alto Adige si potrà dormire in un igloo