Festival di San Firmino a Pamplona

186

VolareL’avventura non comincia col migliore degli auspici; partenza da Napoli con la Vueling con destinazione Bilbao, il volo viene cancellato. Giusto il tempo di verificare se fosse prevista una qualche forma di tutela per rimborso volo cancellato la Vueling mi comunica per mail l’avvenuta riprotezione su altro volo in partenza 4 ore più tardi.

Superato questo primo intoppo, giunto a Bilbao, dopo poche ore di autobus raggiungo il cuore di Pamplona nel pieno dei festeggiamenti di San Firminio, festa in onore del santo patrono, resa famosa dalla scrittore americano Hernest Hemingway nel suo romanzo Il sole sorgerà ancora.

Ogni anno, dal 7 al 14 luglio, migliaia di turisti stranieri e spagnoli si riversano nelle strade della città indossando la tradizionale bandana rossa e la camicia bianca; oltre che per i concerti, spettacoli pirotecnici e svariate occasioni di divertimento, quello che più mi è rimasto impresso è il cosiddetto encierro ovvero la liberazione dei tori che corrono per le vie del centro storico inseguendo i partecipanti che per non essere incornati devono correre più forte dei tori!

La corsa è lunga poco meno di 900 metri e dura circa 4 minuti ma l’emozione e l’adrenalina che si prova a correre davanti ai tori è una esperienza davvero unica che non dimenticherò facilmente.

SHARE
Previous articleGuida Croazia: i nostri consigli per le tue vacanze
Next articleFuerteventura: spiagge più belle e consigli di viaggio