L’Isola di Pasqua oltre ai Moai: consigli di viaggio

254
Isola-di-Pasqua

L’Isola di Pasqua si trova nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, e appartiene politicamente al Cile. Si tratta di un minuscolo isolotto che in realtà non ha moltissimo da offrire, soprattutto dal punto di vista turistico: conosciuta per i Moai, le colossali statue monolitiche raffiguranti figure umane, è una meta consigliata a coloro che sono appassionati di archeologia ma che può deludere sotto tutti gli altri aspetti. Non è di certo economica: l’Isola di Pasqua è anzi decisamente cara, soprattutto se si rapportano i prezzi a quelli medi che si possono trovare in Sud America, ha una sola spiaggia di sabbia in cui poter fare il bagno ma l’acqua oceanica è decisamente fredda. Per completare il quadro generale, i fondali non hanno nulla di interessante, non ci sono barriere coralline nè pesci variopinti da ammirare e nel complesso è un’isola piuttosto brulla, senza molte attrattive.

Perchè visitare l’Isola di Pasqua

Probabilmente vista la premessa vi starete chiedendo quale possa essere il motivo che spinge molti turisti a scegliere come meta l’Isola di Pasqua: effettivamente qualche dubbio viene considerando che non ha molto da offrire, ma per la maggior parte delle persone la visita a Moai è già molto interessante. Certo, spettacolare ma poi? Se non c’è molto altro da vedere o da fare si rischia di perdere tempo e chiedersi perchè mai si è scelta una meta tanto triste e abbandonata! In effetti, l’Isola di Pasqua non è un luogo in cui si sta per troppi giorni: ci sono 2 voli a settimana che partono e arrivano dal Cile quindi generalmente i visitatori rimangono solo per 3-4 giorni al massimo, per poi ripartire e andare a rilassarsi piuttosto sulle coste del Cile! Bisogna ricordare che pernottare sull’Isola di Pasqua non è certo economico, anzi: le strutture che ci sono hanno prezzi piuttosto alti quindi non conviene proprio rimanere per troppo tempo.

Dove dormire sull’Isola di Pasqua

Come abbiamo appena detto, dormire sull’Isola di Pasqua è piuttosto caro ma se rapportato ai prezzi che si possono invece trovare in Cile! Non parliamo infatti di tariffe eccessive ma visto che comunque non c’è molto da vedere o da fare conviene evitare in tutti i casi di fermarsi troppi giorni su quest’isola. Potete trovare qualsiasi tipo di alloggio: dagli affittacamere ai resort più di lusso quindi avete la possibilità di scegliere dove dormire a seconda delle vostre necessità e del vostro budget. Se poi volete essere comodi a raggiungere la maggior attrazione ossia i Moai, vi conviene pernottare ad Hanga Roa, dove troverete moltissime strutture diverse.

Trova le migliori offerte di hotel e appartamenti ad Hanga Roa!

Quando andare sull’Isola di Pasqua

L’Isola di Pasqua ha un clima ottimale tutto l’anno quindi non esiste una stagione perfetta in cui visitarla, però il periodo migliore in assoluto è quello che corrisponde all’estate australe quindi da dicembre a marzo: in questi mesi c’è un caldo sopportabile perchè temperato dalle brezze e le giornate sono più lunghe.