Vacanze in Sardegna: le principali cose da non perdere durante una vacanza sull’isola

10
Vacanze in Sardegna, cosa vedere?
Vacanze in Sardegna, cosa vedere?

Chiunque abbia fatto una vacanza in Sardegna, sa bene quanto questa terra abbia da offrire, dalle spiagge sconfinate alle affascinanti città da scoprire. Le spiagge bianche della Sardegna sono la più famosa attrattiva dell’isola, e richiamano ogni anno migliaia di vacanzieri alla scoperta di nuovi paradisi naturali. Esploriamo insieme tutte le sfaccettature di questa fantastica terra che ogni anno viene scelta da milioni di turisti italiani ed internazionali. Uno dei modi migliori per raggiungere l’isola è quello di farlo attraverso uno dei tanti traghetti per la Sardegna in partenza dai principali porti italiani. Scegliendo infatti il trasporto tramite traghetto verso la Sardegna è possibile portare con sé la propria auto, moto e camper e poter visitare l’isola risparmiando sul noleggio del mezzo di trasporto.

Il nord della Sardegna con le sue coste frastagliate, le piccole cale sabbiose e le aree granitiche della Gallura costituisce un luogo dall’attrattiva senza precedenti. In questa zona possiamo trovare la fantastica Porto Torres, che si affaccia sul golfo dell’Asinara e racchiude secoli di storia al suo interno.

Spostandoci di poco, potremo visitare Castelsardo, con il suo borgo sospeso fra terra e mare. Questa straordinaria località ci invita a perderci fra le sue viuzze, fra basse case colorate e piccole botteghe, che producono i classici cestini tipici dell’isola. Se invece preferiamo la vita notturna e il divertimento allora la Costa Smeralda fa al caso nostro. Con i suoi residence di lusso e la sua continua movida, la Costa Smeralda è perfetta per chi sogna una vacanza all’insegna dello shopping e della “night life”. Fra le altre, la città simbolo della movida è sicuramente Porto Cervo, gioiellino della Gallura all’insegna della mondanità. Infine, per chi non vuole rinunciare alle bellezze naturalistiche, è d’obbligo una tappa alle incantevoli Grotte di Nettuno. Queste cavità naturali presentano stalattiti e stalagmiti che adornano le lunghe sale naturali, oltre al lago salato Lamarmora che si snoda lungo il percorso, regalando un’esperienza mozzafiato.

Spostandoci al centro, troviamo lo spettacolare golfo di Orosei, che racchiude al suo interno spettacolari insenature e panorami cristallini sullo splendido mare della Sardegna. La città da cui prende il nome, Orosei appunto, alterna chilometri di spiaggia bianca a strapiombi a picco sul mare, regalandoci un panorama che ci terrà con il fiato sospeso.
In questa zona potremo trovare la meravigliosa Cala Mariolu, gioiellino sardo caratterizzato da una spiaggia bianca e abbagliante e un mare dalle infinite tonalità di blu.
Un’altra spiaggia degna di una visita è la splendida Arbatax, frazione di Tortolì nella Sardegna centro-orientale. La spiaggia è caratterizzata da monumentali filoni di porfido rosso che si snodano per tutta la zona, rendendo la roccia rossa che li contraddistingue il segno caratteristico di questa parte dell’isola.
Per gli amanti del trekking, invece, è consigliatissima una tappa al Parco della Giara. Il parco di trova su un ampio altopiano al centro dell’isola, che domina sopra la piana della Marmilla. Al suo interno potremo ammirare i numerosi cavallini selvatici, tipici di questa zona, e il caratteristico ranuncolo bianco che ricopre quasi interamente lo stagno circostante.

Continuando il nostro percorso verso il sud dell’isola, ci imbattiamo nel mare cristallino di Capo Carbonara, famoso per la sottile striscia di spiaggia bianca che è diventata dimora di uno stormo di fenicotteri rosa. I cristalli di quarzo arricchiscono la sabbia, rendendola più lucente che mai.
Un’altra spiaggia che vale la pena visitare almeno una volta nella vita è sicuramente la spiaggia di Tuerredda. Questo gioiellino si trova nell’estremo sud dell’isola, ed è caratterizzato da un mare mozzafiato e cristallino e da lunghe distese di sabbia finissima, che ci daranno l’impressione di essere in un atollo caraibico. Perfetto per gli amanti dello snorkeling.

Per chi preferisce abbracciare la cultura di quest’isola, la zona centro-meridionale della Sardegna offre la possibilità di ammirare Su Nuraxi, un monumentale nuraghe perfettamente conservato e dichiarato patrimonio dell’UNESCO. Nella provincia di Barumini potremo infatti ammirare un nuraghe complesso in perfetto strato di conservazione, che presenta un unico bastione al centro ed è attorniato da una miriade di case e capanne, antica testimonianza della civiltà nuragica.

SHARE
Previous articleVacanze in Salento, 3 cose da vedere assolutamente
Next articleMalesia, il Sudest asiatico da scoprire