Viaggio green: secondo diverse indagini sono sempre più coloro che scelgono il turismo sostenibile

151

turismo-sostenibileSono sempre di più le persone che scelgono di sposare la filosofia del turismo sostenibile: lo dimostrano i dati raccolti nel corso di diverse indagini e la cosa fa ben sperare in una propensione in costante crescita verso le mete di viaggio “green”. Il futuro del turismo, quindi, sembra si colorerà di verde e apre uno spiraglio di speranza in tutti coloro che sono sempre stati sensibili alla sostenibilità ambientale!

Nessuno di noi può tirarsi fuori dalla problematica, sempre più attuale e scottante, dell’impatto ambientale che il turismo può provocare se non si prendono delle misure specifiche per arginarlo. E sembra che siano sempre di più le persone che hanno compreso questo concetto: dal quarto rapporto “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo” a cura della Fondazione Univerde, presentato a Milano in occasione della Borsa Internazionale del Turismo 2014, emerge che più della metà dei turisti sceglie mete naturali o culturali, tenendo bene in considerazione l’impatto che il viaggio potrebbe avere sull’ambiente. A parità di prezzo, infatti, il 65% degli italiani preferisce soggiornare in un albergo costruito con criteri ecologici ma anche a livello globale arriva una conferma in questa direzione: una ricerca effettuata a livello mondiale da Tripadvisor conferma infatti che il 95,5% dei viaggiatori preferisce soggiornare in strutture ecosostenibili.

Il turismo sostenibile, quindi, non è più da considerare come una semplice possibilità e non è più una prerogativa dei pochi che potevano permetterselo anche dal punto di vista economico: ci stiamo sempre più avvicinando ad una concezione molto più allargata e globale del ecosostenibilità ed è oggi possibile riuscire a fare un viaggio in tutto e per tutto sostenibile senza essere costretti a spendere più del normale! Ma poi, diciamoci la verità: anche se così non fosse e un albergo dovesse avere dei prezzi lievemente più alti perchè completamente “green”, non vale la pena di spendere qualche euro in più per l’ambiente che per troppo tempo abbiamo maltrattato e trascurato?