Qualche giorno a Roma con i tuoi bambini: tappe da non perdere

40

Visitare la Città Eterna con la propria famiglia può diventare un’esperienza piacevole solo se si organizza bene. I bambini infatti non possono essere trascinati da un museo all’altro, altrimenti tormenteranno a tal punto da far diventare la gita un incubo. Un’organizzazione corretta è fatta da un perfetto mix di luoghi storici e camminate, con tappe più leggere e divertenti, come il Museo dei Bambini Explora, il planetario e, ovviamente, l’immancabile Rainbow Magicland.

Gli itinerari per visitare la zona di Roma con i bambini sono diversi, anche con passeggino al seguito. Il classico dei classici, che non può mancare, è rappresentato dai monumenti del centro: il Colosseo, le Catacombe, i Fori Romani, il Palatino, Castel S. Angelo. Queste tappe sono obbligatorie e sono luoghi talmente belli, suggestivi e appassionanti che affascinerano anche i più piccoli. Leggendo anticipatamente una guida, preparandosi qualche aneddoto e dando loro qualche spiegazione la visita acquisterà valore e resteranno a bocca aperta.

Un passaggio in Piazza S. Pietro è d’obbligo, perché è una delle piazze più famose al mondo. L’ampio spazio, le colonne, la Basilica di S. Pietro sono spettacolari e anche i bambini li apprezzeranno. Discutibile invece la visita ai Musei Vaticani. Se per gli adulti si tratta di una delle cose più belle al mondo, per i piccoli potrebbe essere faticoso e poco apprezzabile. Tutto dipende da che tipo di bambini avete, se sono tranquilli o scatenati, e dall’età degli stessi. Da non perdere c’è anche Piazza di Spagna: raccontando la storia del piccolo Ferdinando De’Medici, la gradinata assumerà un gusto del tutto nuovo.

Cose da fare con i bambini nella zona di Roma

L’attrazione più richiesta, famosa e desiderata nella zona di Roma per i bambini è sicuramente Rainbow Magicland, un parco divertimenti con quasi 40 attrazioni, a meno di 30 minuti dal centro città. Questo parco è quello che ci vuole per spezzare la serietà della visita di Roma (almeno così la vedono i bambini) con una giornata di sorrisi e tanto divertimento. Acquistando i biglietti online ci sono delle tariffe vantaggiose, soprattutto per le famiglie. Grazie all’opzione saltafila si può ottimizzare il tempo, cosa migliore soprattutto se i bambini sono piccolini. Si possono acquistare gli ingressi anche in loco, ma non conviene per questione di tempo e a volte di denaro.

Le attrazioni sono tante e spettacolari, per bambini di tutte le età. Esse sono divise per categorie in modo da sapere subito di che tipo si tratta. Ci sono i giochi per bambini, quelli “per coraggiosi” e quelli per tutti. Ogni giorno ci sono molti spettacoli e animazioni da vedere. Numerosi gli angoli per il pic nic e le zone relax per riposare fra un gioco e un altro. I ristoranti sono convenienti e di eccellente qualità, sparsi per tutto il parco.

In alternativa, per la zona di Roma, c’è anche da vedere c’è Explora, il museo dei bambini per i bambini per conoscere la scienza e la società attraverso percorsi didattici con giochi e animazioni. Il Museo Civico di Zoologia nella zona di Villa Borghese, che ospita laboratori e ricostruzioni di creature di tutti i tempi, per assaporare da vicino la storia della scienza. Dopo aver scoperto il mondo terrestre, è possibile puntare il naso in su al Planetario della zona Eur, per scoprire le stelle, i pianeti, i corpi celesti, le nebulose attraverso spettacoli, laboratori ed eventi per i più piccoli.

SHARE
Previous articleSiviglia: la Guida Completa al capoluogo dell’Andalusia
Next articleViaggio a Tokyo: Guida Completa e informazioni utili prima di partire