Assicurazione annullamento viaggio: fondamentale

16
assicurazione viaggio

Chi ama organizzare le proprie vacanze da solo sa che le prenotazioni fortemente anticipate consentono di risparmiare molto, a volte anche più del 20-25% per il costo del volo e del soggiorno. Spesso però si teme di non poter partire, sono infatti varie le incognite, soprattutto quando il viaggio è in programma tra diversi mesi. Proprio per queste situazioni è importante capire come funziona l’assicurazione in caso di annullamento viaggio. Si tratta di polizze particolari, cui non sempre si pensa, ma che permettono di organizzare le proprie vacanze approfittando di tutte le opzioni disponibili.

Come funziona questo tipo di assicurazione

Innanzitutto conviene comprendere che l’assicurazione annullamento viaggio è una polizza aggiuntiva, che non è disponibile presso tutte le compagnie assicurative e che non sempre si decide di stipulare. Stiamo quindi parlando di un costo aggiuntivo, che possiamo decidere di sostenere o meno a seconda della specifica situazione. L’assicurazione annullamento viaggio è utile in tutte quelle situazioni in cui cancellare una partenza porta a dover sostenere il pagamento di penali. Ci sono infatti situazioni in cui nel momento in cui si è costretti ad annullare la partenza le spese sostenute non siano rimborsabili, o anche che l’albergo in cui avremmo dovuto soggiornare ci richieda il pagamento di parte della quota dovuta per il soggiorno.

Cosa copre la polizza

Se si attiva un’assicurazione di annullamento viaggio si ottiene la copertura assicurativa per qualsiasi tipo di pagamento o penale dovuto nel caso in cui si sia prenotato un viaggio e ci si trovi nell’impossibilità di fruire dei servizi previsti. Esistono poi delle varianti per quanto riguarda le coperture, che dipendono dalla compagnia assicurativa presso cui si stipula la polizza. Le più interessanti coprono tutte le spese, quindi il volo, eventuali pacchetti acquistati presso un tour operator, il soggiorno. Questo tipo di polizza ci permette quindi di prenotare un viaggio anche con vari mesi di anticipo, senza doverci preoccupare dell’eventualità di non riuscire poi a partire.

Perché non si parte

Ovviamente la copertura assicurativa è disponibile nel caso in cui siano presenti dei veri e propri impedimenti alla partenza. Quindi, se si decide che non si ha più voglia di partire, solitamente la compagnia assicurativa non rimborsa al cliente eventuali penali. Sono invece motivazioni del tutto valide eventuali sinistri, il licenziamento dal posto di lavoro, il decesso di un congiunto, danni all’abitazione dell’assicurato, malattie o infortuni di vario genere. Esiste la possibilità che parte della penale sia comunque da versare, questo dipende dal momento in cui si denuncia eventuale sinistro, che non riguardi il decesso dell’assicurato o il suo ricovero in ospedale, lo stesso dicasi per un suo familiare. Sono comprese tra le penali rimborsate dalla compagnia assicurativa le spese per voli aerei, traghetti o crociere, così come quelle per strutture ricettive di qualsiasi genere, anche quelle prenotate su piattaforme online. Si può ottenere il rimborso solo per i viaggi che hanno luogo a partire da 30 giorni dopo la stipula del contratto. Si tratta quindi di una polizza assicurativa adatta a chi progetta le vacanze con un certo anticipo