ESTA, cos’è e come averla per un viaggio negli USA

19
esta per viaggiare negli USA

Mai sentito parlare di ESTA? Si tratta del documento obbligatorio da possedere per entrare negli Stati Uniti. Questo documento serve per passare la frontiera e si richiede almeno settantadue ore prima della partenza.

Si tratta di un documento estremamente necessario e che, unito al passaporto, vi farà entrare senza problemi negli USA.

Per richiederlo basta attivare una semplice procedura online e attendere l’eventuale accettazione o rifiuto.

Vi spieghiamo tutto in questo articolo.

ESTA che cos’è e come funziona

ESTA è l’acronimo della pratica che serve ad autorizzare al viaggio negli USA. Letteralmente significa “Sistema elettronico di autorizzazione di viaggio” e non è altro che il vecchio visto cartaceo.

L’ESTA è quindi una formula semplificata del visto che va richiesta prima della partenza per gli USA, sia per un viaggio culturale che lavorativo.

Questa procedura esiste sin dal 2009 per scremare più velocemente l’evasione delle domande di viaggio.

Prima bisognava recarsi di persona presso l’ambasciata americana più vicina e svolgere la pratica di persona.

Oggi invece basta procedere online tramite il modulo online che puoi compilare tranquillamente in lingua italiana.

Per la compilazione assicurati di avere a portata di mano la seguente documentazione:

  • Documento di identità
  • Passaporto
  • Titolo di viaggio andata e ritorno
  • Informazioni sul posto in cui soggiornerete (albergo, casa, studentato ecc…)
  • Recapiti delle persone di riferimento negli USA per la nostra permanenza
  • Recapito di emergenza

Motivi del rifiuto

Oltre alle generalità del soggetto e del viaggio per l’ESTA è necessario rispondere ad alcune domande sulla nostra salute, sulle ragioni del viaggio e sulla nostra condizione penale.

Se è tutto in regola l’autorizzazione verrà concessa in 72 ore.

Nel caso di rifiuto riceverete una mail di diniego sulla quale non sono indicate le motivazioni.

Non perdete tempo a contattare gli uffici di riferimento per ottenere spiegazioni perché non le avrete.

Potrete riformulare la domanda dieci giorni dopo il ricevimento del rifiuto, questa volta stando attenti alla compilazione.

Se non ci sono particolari motivazioni di sicurezza il documento viene tranquillamente accettato.

Se una persona è ritenuta pericolosa o sospetta per fondate ragioni l’ESTA non sarà concesso.

Altre informazioni utili

L’ESTA viene rifiutato solo se ci sono motivazioni gravi che inducano le autorità a non accogliere il vostro ingresso.

Se avete commesso errori nella compilazione, molto probabilmente il rifiuto dipende da quello. Fate attenzione ai dati da inserire, in particolare a quelli relativi ai documenti.

Un controllo incrociato potrebbe inficiare la vostra richiesta di ingresso e farvi correre il rischio di dover rimandare il viaggio.

Questo documento ha una validità di due anni dal ricevimento, per cui potrete tornare più volte negli USA ma senza mai superare i novanta giorni.

In quel caso il permesso decade e si rischiano multe, reclusione e problemi per il rientro che, di norma, avviene per accompagnamento dalle autorità locali.

I viaggi molto lontani da casa vanno affrontati con la giusta preparazione ed è sempre meglio pensare a tutto prima di partire, anziché avere spiacevoli sorprese durante la permanenza.

L’ESTA può essere revocato se si commettono gravi reati negli USA durante il periodo di permanenza e, nella migliore delle ipotesi è previsto un rimpatrio forzato per scontare la pena.

Si tratta di situazioni al limite ma che, in ogni caso, è bene sempre portare a conoscenza anche per chi desidera solo visitare gli States e godersi una bella vacanza a stelle e strisce.

Prima di partire per qualsiasi posto lontano è buona norma informarsi prima sulle regole e sugli usi che incontrerete, in segno di civiltà, rispetto ed educazione.