Il bronzo di Duke Kahanamoku alle Hawaii: il padre del surf moderno

Ph: @visit.hawaii

Sulla spiaggia di Kuhio nelle Hawaii, una statua in bronzo del Duke Kahanamoku dà il benvenuto a Waikiki a braccia aperte. Duke era un vero eroe hawaiano e uno dei più grandi marinai del mondo, un maestro di nuoto, surf e canoa a bilanciere. 

È stato determinante nell’aiutare a diffondere lo sport del surf e lo spirito di aloha in tutto il mondo, che alla fine gli è valso il soprannome di “il padre del surf moderno”. Duke è stato uno dei pionieri dei Waikiki Beach Boys, bagnini che si guadagnavano da vivere insegnando ai visitatori come fare surf e andare in canoa a Waikiki Beach.

La statua di Duke Kahanamoku: un surfista amato in tutto il mondo 

Duke Kahanamoku è una delle attrazioni turistiche più gettonate e fotografate dell’intero quartiere di Waikiki, presso l’isola di Oahu. Si tratta di una gigantesca statua che per gli appassionati di surf coincide con un iconico punto di riferimento conosciuto in tutto il mondo. 

Difatti il Duca raffigurato rappresenta il fondatore di questo sport che, nel giro di pochissimo tempo ha conquistato gli animi adrenalinici e spericolati di tutto il pianeta. Duke Kahanamoku nacque nel 1890 ad Honolulu e viene ricordato spesso per il suo amore per il nuoto grazie al quale vinse ben cinque medaglie d’oro olimpioniche. 

I beach boys di Waikiki ed il Club delle onde

Durante i primi anni del 1900 Duke fondò il club di surf e lo chiamò, assieme ai suoi amici, con il nome di Hui Nalu che, tradotto, significa Club delle Onde. Ben presto nel posto il gruppo di surfisti fu subito soprannominato “Beach Boys di Waikiki”. 

Il gruppo oltre a cavalcare con destrezza le onde diventò richiamo di turisti e curiosi da tutto il mondo perché diffondeva l’amore per questa disciplina tramite la condivisione. I surfisti di Waikiki, infatti, insegnavano ai visitatori che approdavano ad Oahu i segreti del surf e della canoa diffondendo il senso di libertà e di adrenalina tipico di queste discipline. 

Ebbene i Beach Boys di Waikiki ebbero il grande merito di diffondere lo spirito aloha nel mondo e di renderlo un vero e proprio stile di vita. Il culmine del successo sopraggiunse quando, grazie al surf, furono tratti in salvataggio otto marinai naufragati al largo delle spiagge californiane presso Newport Beach. 

Cosa fare da queste parti?

Se avrai la fortuna di visitare queste zone dovrai assolutamente entrare nel mood “Hang Loose” il popolare e tipico saluto hawaiano. Si tratta del saluto dei surfisti che, secondo le credenze, trasmette un senso di pace e benessere proprio come lo spirito Aloha

Lo riconosci dal pugno chiuso con il mignolo ed il pollice alzati. Il saluto surfista sarebbe nato da Hamana Kallili, un operaio dell’isola di Ohau che perse le dita in un incidente sul lavoro. Il giorno in cui venne promosso iniziò ad usare questo gesto per indicare le direzioni e, nel tempo, si diffuse come un vero e proprio saluto tra surfisti. 

Quando ti troverai davanti alla statua di bronzo che raffigura Duke sarai approdato sulla spiaggia di Kuhio e ne resterai estasiato. Chiunque passi da queste parti non può fare a meno di restare in silenzio dinanzi alla statua ad osservare l’amore e la passione dei surfisti di tutto il mondo che si fermano a salutare Duke. 

I seguaci e gli abitanti del posto ancora oggi omaggiano la statua con meravigliose collane di orchidee in segno di memoria e riconoscenza. Duke, dopotutto, è il surfista più amato al mondo capace di esportare la bellezza dello stile di vita Hawaiano oltre ogni confine possibile ed immaginabile. 

Il posto offre anche  una sorta di santuario del padre del surf che tutti possono visitare per dare uno sguardo ai ricordi della vita di Duke. Presso il Duke’s Canoe Club, difatti, è possibile visitare molte foto del passato tra cui canoe, tavole e oggetti che gli appartennero.  

Come raggiungere la Duke Kahanamoku Statue

Arrivare alla statua è molto semplice perché potrai usare i mezzi pubblici salendo sulla linea Country Express, il bus E o quello locale numero 22 che portano tutte presso il lungomare di Kalakua. Ci sono poi anche le linee 8, 2, 19 e 42 che transitano su una parallela e che hanno una frequenza di circa quindici minuti. 

Il tour del posto tramite le linee E, 2, 13 e 42, infine, collega la statua di Duke a quella di King Kamehameha, il fondatore del regno delle Hawaii grazie a cui fu unificato tutto l’arcipelago

Ultimi Articoli

Curiosità sul Colosseo che forse non conoscevi

Ph: @weareigersit Il Colosseo è il simbolo di Roma. Si tratta di un gigantesco anfiteatro Ovale a est del Foro...

5 buoni motivi per visitare la Nuova Zelanda

Ph: @toneback La Nuova Zelanda è un paese insulare nell’Oceano Pacifico sud-occidentale e comprende l’Isola del Nord e l’isola del...

Surf spettacoli a San Francisco: i luoghi dove ammirarli

Ph: @jakob_lr “…Ma la cosa più bella di San Francisco sono i suoi abitanti: basta girare per la città in...

Polignano a mare: la città nel “blu dipinto di...

Ph: @noemiedoardi Polignano a Mare è la meta ideale per due, un piccolo angolo romantico affacciato sul mare e a...

Ti potrebbe interessare anche:

Instagram