I sei posti più belli della Sicilia

55
Ape Calessino a Taormina

La Sicilia è un’isola meravigliosa e tutta da scoprire. Non sono le parole banali con cui impreziosire un semplice post di consigli di viaggio ma le parole più semplici che conosciamo per descrivere questa terra a tratti selvaggia e ostinata ma pur sempre affascinante. Ecco perché vi presentiamo i sei posti più belli della Sicilia consigliandovi vivamente di andare al più presto a visitarla.

Catania, la città tra storia e cultura

La storia di Catania è percorsa da ben nove terremoti distruttivi e di eruzioni vulcaniche. Come recita l’iscrizione sita su Porta Garibaldi, la città è sempre stata ricostruita più bella di prima rinascendo dalla cenere come la leggendaria fenice. L’ultimo terremoto distruttivo risale al termine del 1600 che sbriciolò in pochi attimi tutto il patrimonio barocco che adornava la città. Oggi il centro storico di Catania è patrimonio Unesco e offre deliziose architetture, un mare mozzafiato e la vista imponente dell’Etna su cui, in alcuni periodi dell’anno è possibile camminare in escursione. I maggiori punti di interesse sono Piazza del Duomo e la Cattedrale di Sant’Agata ove ammirerete una suggestionante mescolanza di stili tra il famoso elefante di pietra e la Tomba di Vincenzo Bellini. Se poi voleste penetrare nelle tradizioni della città vi consigliamo di assaggiare il tipico cibo da strada di Catania e visitare i mercati popolari della Pescheria così colorati e caotici che non potrete non restare affascinati. 

street food tour
Street food tour

Le Isole Eolie in bella stagione

Tra i sei posti più belli della Sicilia da visitare non dovranno mancare le Eolie. Il patrimonio di queste isole è stato inserito quasi venti anni fa nella prestigiosa World Heritage List perché sono il campo unico prediletto di geologi e studiosi di tutto il mondo. Le Eolie, infatti, compongono l’arcipelago di isole ricche di sedimenti vulcanici che hanno salvato tutti i reperti archeologici dell’antichità. Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano sono le sette isole che compongono il famosissimo arcipelago delle Eolie.

Proveremo a proporvi un itinerario quanto più possibile completo e stringato per poi passare agli altri posti più belli della Sicilia senza trascurare tutte le sue bellezze uniche al mondo.

Alicudi

L’isola di Alicudi è minuscola e ospita forse circa un centinaio di abitanti. Vi è infatti un solo albergo ed è consigliata per chi vuole godersi il mare isolano in relax restandosene tutto il giorno a godersi il benessere in panciolle.

Filicudi

Filicudi è da menzionare per il Museo Archeologico delle Eolie per chi non vuole rinunciare ai punti di maggior interesse culturale per cui isole sono conosciute in tutto il mondo. Osservare i ritrovati dell’antichità ci avvicina a capire chi erano gli umani che popolavano il pianeta e può essere interessante anche per chi non è appassionato del settore.

Lipari

Anche Lipari offre un panorama storico ed architettonico invidiabile e la maggior parte dei tour delle isole comincia solitamente proprio da questa. Lipari è l’isola più grande dell’arcipelago e offre tutti i tipi di attrattive turistiche. Le spiagge sono tantissime e molto belle perché il paesaggio naturale circostante è davvero mozzafiato. Anche a Lipari i ritrovati archeologici sono il maggio motivo di interesse turistico specialmente verso il Museo Luigi Bernabò situato sul Castello di Lipari.

Panarea

Nell’isola di Panarea ammirerete i caseggiati arroccati sulle spiagge, bianchi e dal tocco bizantino-greco che la popolano. Panarea è l’isola più piccola e più “mondana” a causa dell’alta frequentazione di vip e milionari che organizzano feste private sfarzose in barca. Se siete amanti dell’escursionismo potete percorrere i sentieri che conducono a Punta Corvo. In tutto sono tre e differiscono per i livelli di difficoltà per cui può anche essere necessaria l’esperienza di una guida.

Salina

Nell’isola di Salina fu girato Il Postino di Massimo Troisi e le ambientazioni sono tutt’ora un richiamo di turisti e affezionati. Per una tappa storico culturale segnaliamo la Madonna del Terzito famosa per la madonna lignea di artista ignoto e il Borgo di Rinella dalla particolare spiaggia nera.

Stromboli

Stromboli è famosa per il vulcano permanente oggetto di studio e di interesse da parte del panorama scientifico mondiale. Se il contatto con la natura è la vostra passione una visita qui potrà farvi vivere esperienze indimenticabili come la Sciara del Fuoco durante la quale potrete ammirare l’attività vulcanica in corso tra lava e lapilli. Ogni giorno, vengono organizzati trekking sullo Stromboli dalla cui cima potrete ammirare le esplosioni del vulcano nel buio della notte. Nei centri abitati non troverete riferimenti di mondanità perché nell’Isola si osserva un certo rispetto per il patrimonio naturalistico. 

trekking sullo stromboli
Trekking sullo Stromboli

Vulcano

A Vulcano, infine, dovreste sicuramente recarvi per beneficiare dei fanghi caldi con cui donerete immediato rilascio ad artrosi, distorsioni, allergie, problemi respiratori, acne e molto altro ancora. La pozza dei fanghi è caratterizzata da caldi soffioni in grado di donare immediato benessere al corpo immergendosi e godendo del relax del trattamento. Per l’ingresso è opportuno prenotare da qui.

L’Etna, il vulcano terribile

L’Etna vanta il doppio primato di vulcano più alto e più attivo in Europa. Non vedrete attività vulcanica come per lo Stromboli così da vicino ma potrete osservare le eventuali manifestazioni dai paesini circostanti da cui i crateri brillano durante la notte. Con apposite visite guidate potrete recarvi sui crateri spenti tra cui menzioniamo i “Crateri Silvestri” verso Nicolosi. Il tour va organizzato tramite agenzie apposite perché per raggiungere i luoghi di partenza bisogna aver pianificato bene il tutto. 

La valle dei Templi

Il parco archeologico della Valle Dei Templi si trova ad Agrigento e in esso potrete visitare da vicino i tempi ellenici in un magnifico stato di conservazione. Questo perché la città è seriamente e lodevolmente impegnata nella salvaguardia e tutela della sostenibilità ambientale e culturale. Si tratta di un motivo più che lodevole per organizzare una visita da queste parti, possibilmente organizzandosi con gli orari e le modalità di visita guidata essenziale per comprendere l’immensità che ci troviamo davanti. Il parco divenne anch’esso patrimonio Unesco nel 1997 e offre una incredibile varietà di monumenti che non potranno mancare nel vostro viaggio alla scoperta dei posti più belli della Sicilia.

Ortigia

Si trova in provincia di Siracusa ed è un posto incantevole. Le architetture salmastre, gli scorci di mare, la vegetazione inondata di Ficus e l’immensa storia greco-romana conservata intatta fanno di questo luogo una tappa imprescindibile. A Ortigia potrete soddisfare la voglia di mangiare bene e di visitare un posto che pullula di attività, dalla pesca al canottaggio.

Taormina tra i sei posti più belli della Sicilia

Un viaggio in Sicilia che si rispetti non può escludere dalle mete la bellissima Taormina, la meta più amata in assoluto. Perché non visitarla a bordo di un ape calessino? La città ha fatto innamorare scrittori del passato come Goethe e De Maupassant e continua ad affascinare grazie a tutte le sue bellezze da visitare. Potrete dirigervi al Teatro Greco, magari proprio durante il Taormina Arte, il festival internazionale delle arti che richiama cultori e appassionati da tutto il mondo, oppure potete l’oasi verde cittadina della Villa Comunale per lasciarvi ristorare dalla natura circostante. A Taormina potrete gustare prelibatezze di pesca e da forno spettacolari nei ristoranti tipici che si affacciano da Piazza IX Aprile a Corso Umberto e imparare a conoscere le specialità siciliane più famose.