Metro di Barcellona: guida completa per muoversi in città

31
Metro-barcellona

Barcellona è una città a dir poco fantastica e se l’avete scelta come destinazione turistica siamo certi che ve ne innamorerete. In questo articolo vi daremo tutte le informazioni utili a viaggiare sulla metro di Barcellona, per non avere spiacevoli sorprese quando vi troverete sul posto.

metropolitana di barcellona e sullo sfondo la Sagrada Familia
Stazione Metro di Barcellona e Sagrada Familia

Mappa della Metro di Barcellona

La prima cosa che vi consigliamo assolutamente di fare è scaricare la mappa della metro di Barcellona cliccando qui sotto, perché vi sarà utile proprio a pianificare il viaggio, la scelta dell’hotel o del posto in cui soggiornerete e le attrazioni che vorrete visitare.

Scarica la mappa della metro di Barcellona cliccando qui

Qualche curiosità sulla metro di Barcellona

La metro di Barcellona ospita 180 stazioni e fa viaggiare un milione di persone al giorno. Questi numeri la rendono la seconda rete metropolitana in Spagna ed è una delle più grandi e complesse d’Europa. Il sistema di trasporto è gestito da due aziende integrate tra loro, la TMB e la FGC, che amministrano rispettivamente otto e tre linee.

Le linee e le gestioni della Metro di Barcellona

La FGC gestisce le linee L6, L7 ed L8. Questo significa che se dovete cambiare da una di queste linee ad un’altra, tipo la L10, dovrete fare un nuovo biglietto. L’area metropolitana è suddivisa a zone ma tutte le fermate della metro di Barcellona sono all’interno della zona 1, incluso l’aeroporto. Ovviamente quando vi collegherete su uno dei due siti ufficiali delle aziende di trasporto, vi accorgerete che nessuno dei due vi proporrà itinerari di viaggio in cui dovrete cambiare gestore. L’affidamento non vi creerà alcun problema nell’acquisto dei biglietti.

Biglietti e tariffe: come funziona la metro di Barcellona?

Per quanto possa sembrare complicata, la questione dei biglietti è molto semplice. Le due aziende che gestiscono il trasporto della metro di Barcellona sono integrate nel sistema ATM, ovvero l’Autoritat del Transport Metropolità. Esso garantisce un sistema tariffario che semplificano la vita ai viaggiatori. Sia che voi compriate un biglietto singolo o un giornaliero, i prezziper le due compagnie sono gli stessi. Vediamo le soluzioni offerte, aggiornate al 2019, per capire qual è la miglior opzione di viaggio per voi.

Biglietto singolo

Acquistare un biglietto singolo è conveniente se utilizzerete raramente i mezzi pubblici. Il costo è pari a 2,20€ e lo potete acquistare presso le biglietterie automatiche. Con il biglietto singolo potrete fare una corsa sull’autobus urbano TMB o viaggiare in metro.

Biglietto aeroporto per la metro di Barcellona

Il biglietto singolo non consente di viaggiare fino all’aeroporto. Per questa tratta è necessario acquistare un Airport Ticket al costo di 4,60€ solo andata. Per questo non conviene acquistare biglietti ma viaggiare tramite la Hola BCN, la tariffa che vi consente di viaggiare direzione aeroporto e tutti i mezzi pubblici per periodi dai due ai cinque giorni.

biglietti singoli, invece, sono tutti differenti per autobus, metro e tram. Per ovviare a questo problema vale la pena acquistare le carte cumulative come la T-10 e il biglietto Hola BCN.

Offerte cumulative per la metro di Barcellona

Le tessere cumulative Hola Barcelona Travel Card potrete usufruire di viaggi illimitati per i seguenti pacchetti orari: 48, 72, 96 e 120 ore. Potrete salire e scendere su qualsiasi mezzo pubblico, metro di Barcellona inclusa, e utilizzare la vostra tessera per arrivare a Prat, l’Aeroporto.

Acquista la Barcellona Card qui

Quasi tutte le stazioni, con qualche eccezione, sono accessibili ai disabili.I treni della metro passano molto di frequente, qualche minuto di attesa durante il giorno, mentre di notte passano ogni 10 minuti.

Il bello di Barcellona

Barcellona è un composito mix di antichità e modernità insieme, dove convivono trend internazionali e culture locali dai toni colti e popolari al tempo stesso. Barcellona ha un animo turistico eccellente e una carica elitaria e distaccata che la avvolgono nel fascino. Se passerete di qui non potrete non andare a sentirvi “piccoli e indifesi” dinanzi alla magnificenza della Sagrada Familia o perdervi nei colori, nei rumori e negli odori della Rambla.

Storia, cultura e sport

Dovrete visitare assolutamente il museo di Picasso e ammirare la grandezza di uno degli stadi più grandi al mondo, il Camp Nou. Si tratta dello stadio del Barcellona con una capacità di quasi centomila spettatori e che ha ospitato due finali di Champions, cinque finali europee, le finali di Coppa del Re, l’Europeo del ’64 e il Mondiale dell’82.

Cosa non fare a Barcellona

Sappiate che a Barcellona non è gradito sentirsi rispondere Gracias e Adios perché in ogni abitante scorre sangue orgogliosamente catalano, motivo per cui è meglio utilizzare gli idiomi del posto. Qui tutto è bello per gli abitanti locali, anche il turismo, ma a patto che rispetti le peculiarità della città e la sua storia.

Clima di Barcellona: quando partire?

Il clima a Barcellona è mediterraneo. Questo significa che incontrerete inverni miti e piovosi ed estati calde e soleggiate. La temperatura minime e massime non arrivano a caldi o freddi estremi per cui il clima è generalmente mite e piacevole. Il periodo migliore per andare a Barcellona, tuttavia, è quello della primavera a partire da metà aprile. Anche l’autunno è generalmente mite ma più piovoso.

Il caldo afoso di Barcellona

In estate potreste trovare un caldo persistente e afoso, motivo per cui non è il periodo migliore per visitarla. Se doveste capitare da queste parti in un periodo particolarmente afoso potreste venirvi voglia di strapparvi di dosso i vestiti ma sappiate che andare in giro svestiti non è gradito dagli abitanti del posto. Piuttosto scegliete abiti in cotone traspiranti e scarpe comode. Sorseggiate spesso acqua e non uscite nelle ore più calde, tanto non troverete molta gente in giro.