Metro di Londra: guida completa e aggiornata per spostarti senza problemi

78
mappa metro londra
La cartina della metropolitana di Londra

I Londinesi la chiamano “tube” e il suo fascino ha valicato i confini nazionali. È diventata oggetto di culto al punto da essere l’ambientazione di arte, storia, musica, cinema e sì, anche di gadget turistici. Stiamo parlando della Metro di Londra, il lunghissimo apparato circolatorio che collega ogni punto della city vantando nel mondo la sua proverbiale efficienza. Se siete in procinto di fare visita a Londra in questo articolo troverete tutte le informazioni utili a spostarsi con la metro. Una guida davvero completa con tutte le “tips” che dovete conoscere per vivere un tour indimenticabile e ben pianificato.

Mappa Metro Londra

La mappa della metro di Londra è diventata iconica al punto da essere stampata su magliette, agendine e gadget di vario genere. Vi servirà per orientarvi nella city se vi sposterete con la metro e per trovare i maggiori punti di interesse. Ne ho trovata una davvero molto pratica, la potete scaricare o semplicemente guardare direttamente dal vostro smartphone o tablet cliccando qui: cartina metro Londra.

Scarica la mappa della metro Londra

Qualche breve cenno storico sulla Metro di Londra

In pieno stile british, la metro di Londra aprì al pubblico senza particolari festeggiamenti o celebrazioni. La data di “nascita” corrisponde al lontano 10 gennaio del 1863. Dato che il mezzo riscosse uno straordinario successo le amministrazioni che si succedettero lavorarono duramente, di decennio in decennio, per ampliarla sempre più.

foto vecchia della metro di londra

Come saprete già, la metropolitana è suddivisa in linee di percorso, alcune dai nomi molto noti tra cui la Piccadilly Line e la Bakerloo. Il pieno sviluppo della Metro di Londra lo si vide durante il novecento che, tuttavia, fu attraversato dalle due Guerre Mondiali. In questi tragici anni essa fu temporaneamente sospesa in molti tratti per ospitare veri e propri rifugi di guerra anti-areo. Le stazioni divennero, invece, depositi temporanei sia di rifornimento armi che di beni di prima necessità.

La tube oggi è un progetto ingegneristico gigantesco!

Oggi la metro di Londra rientra tra le più estese al mondo e conta ben 402 km di estensione con 12 linee e quasi 400 stazioni. Le diramazioni scorrono veloci sia nel sottosuolo che in superficie e ospitano una media di oltre quattro milioni di passeggeri al giorno.

Il sistema di circolazione urbano collega tutta la città appoggiandosi anche ad una rete ferroviaria e alla rete tranviaria London Overground. I trasporti pubblici integrati vi consentiranno di spostarvi in tutta l’area metropolitana dal centro fino all’estrema periferia.

Talvolta soffre di problemi di sovraffollamento ma di base gli orari sono attendibili e non si verificano quasi mai ritardi o problemi simili. Il sistema è efficiente e sempre aggiornato oltre ad essere costantemente curato da speciali manutenzioni di binari e treni.

Biglietti, tariffe e costi: un chiarimento essenziale

Se l’inglese non è esattamente un vostro “pregio” non avete nulla da temere perché il sistema tariffario è molto semplice. Esso è composto da diverse fasce di prezzo che si basano su una divisione in cerchi concentrici della città. Si parte dal centro che corrisponde alla zona 1 per poi procedere verso l’esterno. Le zone in tutto sono nove e per ognuna di esse il costo varia anche in base alle fasce orarie di viaggio.

Non è affatto conveniente acquistare il biglietto in contanti di volta in volta perché il prezzo è decisamente maggiorato. Conviene piuttosto acquistare una Oyster Card o una Travelcard. Mentre la prima scala il viaggio al contatto con il tornello in entrata ed in uscita, la seconda deve essere “imbucata” nella obliteratrice. La differenza tra le due opzioni risiede nel tipo di pagamento dove la Oyster card effettua pagamento al consumo mentre la seconda è un abbonamento temporale.

Oyster card, tariffe e fasce orarie

La Oyster card, come anticipato, è una carta che funziona con il sistema contactless. Essa va vidimata in entrata ed in uscita e prevede un pagamento al consumo. Potrete dunque caricare un importo sulla stessa e questo sarà scalato man mano che entrerete e uscirete dalle stazioni della metro. Il costo viene calcolato in base a due fattori: zona e fascia oraria. Nei tabulati informativi queste due variabili sono indicate con i nomi di “Zones” che vanno da 1 a 9 e “peak” che fa riferimento alla fascia oraria. Più semplicemente la fascia “peak ” è quella che costa di più e che è attiva dal lunedì al venerdì dalle 06.30 alle 09.30 e dalle 16.00 alle 19.00. La “off peak” comprende tutti gli altri orari oltre al sabato, alla domenica e alle feste nazionali.

La Oyster è una semplice carta magnetica ricaricabile che semplifica tantissimo il momento dell’obliterazione. Per i turisti, tuttavia, conviene ordinare online la Visitor Oyster che arriva comodamente a casa e che potete ordinare prima di partire. Vi consigliamo di pensare in anticipo a questa necessità perché, come già detto, il costo “cash” del biglietto cartaceo è quasi il doppio del prezzo. Appena atterrati a Londra, dopotutto, avrete bisogno della metro per arrivare in città.

La visitor Oyster è acquistabile esclusivamente online e prevede tagli da un minimo di £15 fino ad un massimo di £50. A questi dovete sommarne altri cinque per l’attivazione. Se il viaggio è breve, con il taglio più piccolo viaggerete per ben due giorni senza limiti nelle zone 1 e 2.

Travelcard: conviene di più?

La Travelcard è il biglietto illimitato che vi mette nelle condizioni di viaggiare in libertà su tutti i mezzi di trasporto pubblico a seconda del periodo di durata scelto. La trovate in formato giornaliero, settimanale, mensile o annuale. Anche per la travelcard esistono le fasce orarie ma in questo caso potete scegliere tra il formato “day anytime” e quello “day off-peek“. Il primo vi consente di viaggiare in qualsiasi momento della giornata mentre il secondo segue le fasce orarie lun-ven dalle 09.30 e tutto il giorno per sabato, domenica e festivi.

Come orientarsi sulla Metro di Londra?

Per orientarvi al meglio e non perdervi vi basta viaggiare sempre con una mappa alla mano e seguire le indicazioni della direzione del treno. Per andare a nord prendete la direzione norhbund mentre per andare a sud prendete la southbound. Per viaggiare verso est prendete la eastbound e per tornare ad ovest optate per la westbound. Facile, vero? Considerate anche che la metro di Londra ha assegnato un colore differente ad ogni linea e che le mappe della tube sono distribuite praticamente ovunque e gratuitamente.

mind the gap

Qualche itinerario consigliato per visitare i punti più importanti di Londra

Semplificare Londra e le meraviglie da visitare in un solo articolo è un po’ riduttivo. Abbiamo pensato, quindi, di dividere i luoghi di interesse per tipo di attività, indicandovi la fermata della Metro così che potrete visitarli spostandovi con facilità.

Pub, birra, divertimento e movida

Le aree in cui trovare i migliori pub di Londra sono tante ma noi vi indichiamo le più caratteristiche. La prima è Covent Garden. Essa è raggiungibile dalla Piccadilly Line (fermata Covent Garden) e offre ristoranti di alto livello e tantissimi pub che si affacciano sulla piazza principale. Vi immergerete in performers di strada, spettacoli di magia e di acrobazia. L’aria di Covent Garden è davvero carnevalesca!

Altra destinazione consigliata è Camden Town. Troverete personaggi e costumi appesi ai muri, scorci di fiume alternati a negozi punk e tantissime aree ristoro in cui bere una birra e mangiare qualsiasi tipo di finger food. Per arrivare basta prendere la Northern Line e scendere proprio alla fermata Camden Town.

Se desiderate immergervi in un’atmosfera più rivolta al passato, dovreste recarvi tramite la Northern o la Jubilee Line alla fermata London Bridge. Qui potrete sorseggiare ottima birra al George Inn, il pub prediletto di Dickens e Shakespeare.

Shopping sfrenato e acquisti folli in pieno stile City

Non c’è shopping sfrenato migliore se non a Carnaby Street. Che poi non è del tutto vero perché Londra pullula di centri commerciali per cui noi italiani riusciamo a rimanere estasiati anche dalle loro comunissime catene di supermercati come il Tesco che, appunto, vendono di tutto. Il più grande Primark, da poco arrivato anche in Italia, si trova ad Oxford Street, sede privilegiata di tantissimi altri negozi e negozietti. Ci arrivate tramite la Central, la Bakerloo o la Victoria Line scendendo alla fermata Oxford Circus.

Selfie e panorami: dove ammirare Londra dall’alto

La metro di Londra offre anche alcuni itinerari per i più romantici e mozzafiato dando la possibilità di guardarla dall’alto. Un esempio è
il leggendario London Eye.
Lo potete raggiungere tramite le linee Northern, Jubilee, Bakerloo o Waterloo & City Line scendendo alla fermata Waterloo. Volerete sulla ruota per una mezz’ora osservando la città e ammirando la grandezza e l’imponenza della city. Per qualcuno è molto romantico mentre per i meno temerari può essere un’esperienza shoccante.

Un altro bel panorama è visibile dallo Shard. Si tratta di una piattaforma situata nell’edificio più alto di tutta l’Europa. L’esperienza è davvero incredibile e potrete provarla scendendo alla fermata London Bridge tramite la Northern o al Jubilee. Per questa visita conviene acquistare il biglietto online perché l’attesa potrebbe essere scoraggiante.

Consigli di viaggio nel rispetto degli usi della metro di Londra

Rispettate le abitudini di sostare a destra e di camminare più veloci a sinistra, sia nei corridoi delle stazioni che per le scale. Tenete sempre pronto e a portata di mano il vostro titolo di viaggio e non restate troppo tempo davanti ad un tornello perché sicuramente qualcuno non perderà occasione di farvelo notare. Anche per consultare mappe o itinerari scegliete aree poco affollate e non ostacolate il transito dei londoners che corrono per la città tra impegni e lavoro.

Il sito web più attendibile per tutte le informazioni è TFL che vi darà anche la possibilità di pianificare i vostri spostamenti mostrando orari e tempi di percorrenza. In alternativa il caro vecchio Google Maps è sempre sul pezzo in tema di spostamenti.

fermata della metro di londra

Metro di Londra: un altro modo di scegliere gli itinerari

Un altro modo per scegliere gli itinerari è quello di affidarsi alla tube map, la mappa cartacea gratuita che trovate in ogni stazione della metro. In essa troverete spunti e segnalazioni interessanti a seconda della zona in cui vi trovate. Se siete scesi nella famosissima King’s Cross, la stazione in cui si svolge parte del racconto di Harry Potter, troverete tanti punti di riferimento turistici che vi guideranno nell’esplorazione. Le stazioni principali della Metro di Londra sono tradizionalmente collocate nei punti vivi della zona di riferimento e vi apriranno le porte a posti forse meno tradizionali ma pur sempre assolutamente affascinanti. Il bello del viaggio, a volte, consiste anche nel perdersi.