Passaporto urgente: come fare per richiederlo

32
passaporto urgente

Siete in procinto di partire e vi siete accorti di avere il passaporto scaduto? Oppure non riuscite più a trovarlo?

Per avere il passaporto urgente c’è solo una cosa da fare a prescindere dalla situazione: muoversi in fretta seguendo i nostri consigli.

Difatti senza passaporto non è possibile viaggiare nei Paesi extra UE e le cose si complicano se siete all’estero e lo avete smarrito prima di ritornare a casa.

Vediamo quindi come fare a richiedere il passaporto urgente e quali documenti occorrono per rendere la pratica più veloce possibile.

In quali casi puoi richiedere il passaporto urgente?

Le situazioni che prevedono la richiesta del passaporto urgente sono poche e sottoposte all’insindacabile giudizio delle autorità preposte al controllo.

Di norma per averne diritto bisogna mostrare reali e comprovate prove cartacee che spieghino l’urgenza del viaggio, come motivi di salute e o lavorativi.

In alcuni casi è concesso agli accompagnatori e insegnanti per vacanze studio e gite scolastiche, nonché per viaggi culturali e turistici.

In altri casi si può liberamente fare richiesta del passaporto urgente ma l’accettazione non é mai garantita al di fuori delle motivazioni sopra esposte.

Passaporto con procedura d’urgenza: come ottenerlo

Il rilascio del passaporto urgente deve rispettare le seguenti condizioni e motivazioni:

  • Viaggi turistici fissati entro il mese precedente verificati da biglietto aereo valido;
  • motivazioni legate alla salute come visite mediche, interventi e terapie;
  • questioni lavorative come l’inizio di un contratto di lavoro, un colloquio o un incontro.

Bisogna farne richiesta presso la questura, preferibilmente prenotando tramite il sito della Polizia di Stato. Fissato l’appuntamento dovrete recarvi in questura per ultimare l’istanza, muniti di documenti validi a testimoniare le motivazioni della richiesta. Questa documentazione fa si che la vostra pratica venga smaltita velocemente ma non assicura i tempi di archiviazione.

Furto e smarrimento del passaporto all’estero

Perdere i documenti all’estero è una situazione spiacevole che nessuno spera mai di dover affrontare ma l’importante, in casi come questo, è non perdere la calma.

Difatti è una cosa abbastanza comune dato che i turisti, all’estero, sono spesso la mira preferita di ladri e borseggiatori.

Inoltre girare e viaggiare ci espone irrimediabilmente ad una svista, magari quando siamo totalmente presi da un bel tramonto o da una spiaggia mozzafiato.

Ecco dunque che, appena vi accorgete di non avere più con voi i vostri documenti, tra cui il passaporto, la prima cosa da fare è recarsi presso la Polizia del posto e sporgere denuncia.

A questo punto vi farete rilasciare una copia e vi recherete presso l’ambasciata o il consolato italiano per avviare la pratica di richiesta del passaporto urgente.

In caso non fossero reperibili potrete recarvi presso un consolato di un Paese UE e portare con voi la seguente documentazione:

  • Due fototessere frontali e ben visibili
  • Documento di viaggio che testimoni i dettagli del vostro ritorno in Italia, come ad esempio il biglietto dell’aereo
  • Un documento di identità o una fotocopia, quando possibile *
  • La ricevuta del pagamento del documento di viaggio provvisorio che, solitamente, ha un costo di 1,34€

Vi sarà richiesto di riempire un modulo di richiesta e attendere qualche ora o al massimo un giorno.

Passaporto urgente: il rilascio dell’ETD

L’ambasciata, infatti, vi convocherà per rilasciare un documento noto come ETD.

Esso è valido per il rientro in Italia ed è l’equivalente di un passaporto urgente provvisorio

Vi raccomandiamo di accertarvi che la denuncia di furto o smarrimento sia segnalata alle autorità locali per agevolare le operazioni di controllo in aeroporto ed eventualmente alla frontiera.

Quando viaggerete portate tutto con voi, ricevuta di pagamento inclusa.

Una volta in Italia seguirete la procedura di richiesta esposta qui di seguito.

Furto e smarrimento del passaporto in Italia

Quello che viene rilasciato come documento di viaggio provvisorio si chiama, come anticipato, ETD. Si tratta dell’acronimo di Emergency Travel Document ed è l’unico modo per poter viaggiare all’estero senza essere fermati.

Essendo un documento valido per il solo viaggio di ritorno dovrete comunicare tutte le informazioni circa il vostro rientro.

Una volta a casa potrete procedere alla richiesta del nuovo Passaporto.

Noi vi consigliamo di aspettare un po’ di tempo e di contattare l’ambasciata della meta del vostro viaggio per sapere se, per caso, qualcuno abbia rinvenuto il vostro passaporto.

Molto spesso si pensa a richiedere il passaporto urgente appena rientrati a casa e, poco tempo dopo, l’ambasciata entra in contatto con voi per segnalarvi l’avvenuto ritrovamento.

Caratteristiche del Passaporto italiano

Il passaporto italiano è un documento rilasciato esclusivamente a cittadini residenti maggiorenni. Dura dieci anni e quando scade non va rinnovato ma emesso nuovamente.

Si rilascia presso questure, ambasciate diplomatiche e consolati.

Anche i minori possono averlo ma è necessaria la richiesta formale dal genitore o da chi ne fa le veci. Dal 2012 non è più necessaria l’iscrizione sul documento.

Per la richiesta del nuovo passaporto, che sia esso scaduto, smarrito o rubato, occorre presentare sempre la medesima documentazione:

  • modulo di richiesta compilato;
  • due foto tessera;
  • ricevuta di pagamento del passaporto con causale “importo per il rilascio del passaporto elettronico”.    

Il costo del passaporto è di 116,00 € suddivisi in contrassegno telematico e bollettino postale.

Dovrai infatti pagare 73,50€ tramite contrassegno presso un tabaccaio e 42,50€ tramite bollettino intestato (che trovi già precompilato alle poste).