Rinnovo del passaporto: i documenti necessari

16
rinnovo del passaporto

Il rinnovo del passaporto, in realtà, non esiste.

Difatti questo documento ha una durata unica di dieci anni e, una volta scaduto, esso viene ritirato e riemesso nuovamente.

Sia che esso scada o che venga smarrito, quindi, il passaporto è un documento non-rinnovabile.

Al termine della durata di validità dovrai recarti presso gli uffici competenti e avviare la procedura che, in alcuni casi, può durare fino e sei mesi.

Dove effettuare il rinnovo del passaporto

La procedura si può richiedere in qualsiasi questura e sul sito della Polizia Di Stato puoi pre-compilare la domanda e prendere appuntamento per la ricezione e per il rilascio delle impronte.

Devi aver cura di trovare un appuntamento per il prelievo delle impronte digitali che, nei comuni più grandi, può richiedere fino a sei mesi.

Le impronte ed il rilascio del documento non avvengono mai lo stesso giorno, motivo per cui ci potrebbe volere parecchio tempo per ottenere il passaporto.

Quanto costa il rinnovo del passaporto

Il passaporto ha un costo complessivo di circa 130,00 € distribuiti in costi di copie e fototessere, bollettino postale e contrassegno telematico.

Qui di seguito sono elencati gli importi assieme ai documenti necessari per il rinnovo del passaporto.

Documenti necessari

Per la richiesta di rinnovo del passaporto occorre presentare la seguente documentazione:

File compilato della domanda di rinnovo che puoi scaricare qui;

Due fotografie formato fototessera recenti, in primo piano e a colori

Una copia del pagamento al conto corrente postale numero 674222808 intestato a “Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro”, per un importo di 42,50 € con causale “Importo per il rilascio del passaporto elettronico

Un contrassegno telematico da pagare presso tabaccherie autorizzate pari a 73,50€

La carta di identità o la patente in corso di validità

Il vecchio passaporto

Rinnovo del passaporto all’estero: casi e procedure da seguire

Se sei all’estero e hai smarrito il passaporto per una svista o per un furto l’unica cosa che potrai fare è quella di recarti presso un consolato o un’ambasciata.

Qui ti sarà rilasciato l’ETD, ovvero l’Emergency Travel Document che vale per il solo viaggio di ritorno.

Infatti per averlo sarà necessario fornire anche il titolo di viaggio e documenti attestanti la tua identità assieme alla denuncia di furto o smarrimento.

Una volta tornato in Italia potrai procedere alla richiesta di rinnovo del passaporto.

Questa è la procedura urgente che, in alcuni casi, per partenze dall’Italia, può essere rigettata.

Difatti è possibile richiedere in formula urgente il rinnovo del passaporto per urgenti e comprovati motivi di viaggio legati a salute e lavoro.

Tutti gli altri casi verranno discussi dall’Ufficio Competente ma sono generalmente rifiutati.

I soli casi di viaggio culturali accettati sono quelli degli insegnanti accompagnatori e altri casi particolari.