Banner title

Stazione Centrale di Milano: tutte le informazioni

La Stazione Centrale di Milano è la seconda per grandezza e traffico tranviario.

Si caratterizza per l’eccellenza e la maestosità della sua architettura ed è posizionata nel cuore della città, al centro di un’area densa di servizi, attività e attrazioni. La Stazione Centrale di Milano è lo snodo principale dell’alta velocità nonché uno dei principali collegamenti con l’estero.

Raggiungere Milano con l’alta velocità è il mezzo di viaggio più comodo e più sostenibile, senza contare che il treno arriva dritto in Stazione Centrale, per cui muoversi sarà semplicissimo. Questo è uno dei pregi di questa città a cui va riconosciuto sicuramente il merito di offrire un servizio di trasporto pubblico di qualità.

Ovviamente anche chi viaggia in macchina o in aereo troverà efficienza e precisione negli spostamenti e, a tale proposito, la Stazione Centrale di Milano è anche ben collegata con i principali aeroporti e provvista di parcheggi al chiuso. Se siete in procinto di arrivare a Milano per piacere o per lavoro, continuando a leggere troverete tutte le informazioni utili sulla Stazione Centrale di Milano assieme a qualche interessante curiosità di contorno. 

La storia, in breve

La curiosità più interessante di questa stazione riguarda l’Arcata Principale che sembra essere la più grande di tutto il Paese grazie ai suoi 72 metri di ampiezza. Per ristrutturarla sono stati impiegati ben 11 mila metri quadrati di marmo, utili alla pavimentazione e ai rivestimenti. L’architettura di questa stazione è piuttosto recente, perché fu inaugurata solo nel 1931, quando prese il posto della Stazione di Piazza della Repubblica. La progettazione, a cura di Ulisse Stracchini, vinse un concorso per la realizzazione nel 1911 ma i lavori slittarono per via della Prima Guerra Mondiale. La sua estetica è considerata molto vicina ai canoni delle costruzioni fasciste, sebbene il modello riprenda i tratti della stazione centrale di Washington.

Nel lustro che va dal 2005 al 2010 la stazione è stata caratterizzata da importanti lavori di restauro che l’anno resa una ricca galleria commerciale dove trovi di tutto: abiti, libri, cosmetici, alimentari, farmaci e molto altro ancora.  

Curiosità da conoscere

I milanesi sono precisi, per cui non hanno esitato a far notare una piccola imprecisione quando il Sindaco ha deciso di intitolare la Stazione Centrale di Milano a Santa Francesca Cabrini. Questa dedica avrebbe trovato l’approvazione di Grandi Stazioni.

Nel piccolo dibattito che la notizia ha suscitato vi è chi ha fatto notare che la Santa, in realtà, sia morta molto prima dell’inaugurazione della Stazione. Chi fu questa donna? Francesca Cabrini ha dedicato la sua vita ad aiutare gli immigrati italiani negli Stati Uniti del primo Novecento ed è stata una maestra ed una suora coraggiosa a cui è stata dedicata la Stazione all’inaugurazione dopo il grande restauro.

Un’altra curiosità importante da conoscere è quella del binario 21 sui cui sorge il Memoriale in ricordo delle vittime italiane dell’olocausto. Sotto la Stazione attuale, infatti, sorge il vecchio binario a piano strada. Da lì partirono i convogli che deportarono centinaia di sgraditi al regime tra cui ebrei, politici e misti.

Si tratta di un’area di quasi ottomila metri quadrati inaugurata il 27 gennaio 2013 e che è visitabile anche con guida turistica. L’installazione rievoca fedelmente la partenza dei convogli verso Mauthausen, il terribile campo di sterminio. Anche se è conosciuto con il nome di binario 21 sorge precisamente sotto il binario 18 ma, stando a quanto riportano i media, la cosa fu scoperta troppo tardi per cambiare il nome.

Come si arriva alla Strazione Centrale di Milano?

Essendo uno snodo centrale ferroviario è chiaro che raggiungere la Stazione Centrale di Milano sia semplicissimo. Difatti con i suoi 24 binari è diventata lo scalo ferroviario più trafficato in Italia, superando quello di Roma Termini e quello di Torino Porta Nuova.

La stazione sorge in Piazza Duca D’Aosta, nei pressi di piazza della Repubblica. È ben collegata dalle linee della metro di Milano M2 ed M3, consentendo ai viaggiatori di raggiungerla facilmente e di spostarsi con velocità in qualsiasi punto della città, inclusi Malpensa e Linate.

Ogni giorno qui passano circa quattrocentomila persone che possono usufruire di servizi treni, bus, navette e metro per girare la città facendo a meno della macchina.

Servizi e orari

In stazione è presente un ottimo servizio di deposito bagagli per lasciare in custodia le valigie e visitare i negozi su tre piani. Il deposito è aperto tutti i giorni dalle nove alle diciannove, incluso il servizio di facchinaggio.

Nelle immediate vicinanze della Stazione sono dislocati ben sei parcheggi a pagamento aperti 24h. Come si potrà immaginare la circolazione automobilistica nei pressi della Stazione è piuttosto trafficata, quindi in alcuni orari è piuttosto caotica. Se la sosta deve durare più di un’ora è meglio optare per un parcheggio a pagamento. Ecco quelli più centrali indicati sul sito della Stazione:

Ultimi Articoli

I Navigli di Milano

I Navigli di Milano sono senza dubbio uno dei simboli della città. Il quartiere dei Navigli sorge a sud ovest del capoluogo...

Duomo di Milano: il simbolo della città in Italia...

Il Duomo di Milano fa parte di quelle strutture nel mondo che chiunque, almeno una volta nella vita, ha visto dal vivo o...

Stazione Centrale di Milano: tutte le informazioni

La Stazione Centrale di Milano è la seconda per grandezza e traffico tranviario. Si caratterizza per l’eccellenza e la maestosità...

Quartieri di Milano: guida ai più belli da visitare

A Milano si contano oltre ottanta quartieri, per cui sarebbe impossibile descriverli ad uno ad uno. A meno che non vogliate viverci...

Ti potrebbe interessare anche:

Instagram