Visitare la Reggia di Venaria: una tappa fondamentale per chi visita Torino

28
Visitare la Reggia Di Venaria

Visitare la Reggia di Venaria, o Venaria di Torino è una tappa tra i patrimoni UNESCO obbligata se siete in visita alla bella Torino, prima capitale d’Italia. Difatti si trova a pochi chilometri dalla città della Mole Antonelliana, del Museo Egizio, delle due grandi squadre di serie A, della Fiat e della sua storia di città artistica e industriale che la caratterizzano da quando è stata fondata dai celti Norici nel terzo secolo a.C.

La Reggia di Venaria è un immenso castello che fungeva da residenza Sabauda e i cui lavori iniziarono a metà seicento inoltrato. Per visitare la Reggia di Venaria potete fare a meno della guida leggendo questo articolo ma se desiderate scoprire ogni piccolo dettaglio reale di questa incantevole Reggia è meglio seguire un percorso guidato dai tour locali che trovi sul posto.

Come Visitare la Reggia di Venaria?

Per visitare la Reggia di Venaria dovrete organizzarvi per bene in base alla stagione perché il complesso rispetta differenti orari. Il giorno di chiusura generale è il lunedì. Per visitare la Reggia di Venaria, quindi, dovete prima decidere cosa andare a vedere e dove entrare.

Se c’è una mostra di vostro interesse sappiate che le biglietterie chiudono un’ora prima delle aperture effettive delle mostre.L’apertura al pubblico nel periodo estivo è dalle dieci del mattino alle diciotto per i feriali. Per il sabato e la domenica la chiusura è protratta alle 19.30.

Durante l’anno, invece, l’apertura è solo nei giorni festivi e a seconda di specifici casi come eventi o spettacoli. Per l’orario dettagliato è preferibile consultare sempre il sito nella sezione dedicata.

Orari di apertura e cosa visitare

I giardini, davvero incantevoli, rispettano un orario simile ma nel periodo estivo ogni venerdì si tengono le Sere d’Estate alla Reggia che meritano una visita d’eccezione e che terminano alle 23.30.

Ci sarebbero da visitare anche il Castello della Mandria e il Teatro d’Acqua che, salvo eccezioni, rispettano gli orari sopra indicata con apertura dal lunedì al venerdì dalle dieci del mattino alle 18.30 mentre i festivi (+ sabato e domenica) chiude un’ora più tardi.

Per visitare la Reggia di Venaria con un tour panoramico, invece, puoi prenotare una gondola ma solo il sabato, la domenica e il venerdì delle Sere d’Estate alla Reggia. Potrai anche visitarla in trenino o in una romantica e fiabesca carrozza.

Servizio e organizzazione della visita

Per questo meraviglioso complesso poteva esserci solo un servizio di gestione eccellente a garantire una piacevole permanenza a tutti i visitatori, piccini inclusi. Chiaramente è un complesso davvero esteso, per cui è consigliabile pianificare una visita prima di arrivare per non trovarsi a occhi spalancati senza sapere dove andare.

Considerate anche che ogni visita prevede il pagamento di un biglietto differente e solo in alcuni casi l’ingresso è gratuito. Fortunatamente per Visitare la reggia di Venaria esiste un efficiente sito web e una spettacolare app da cui prenotare online e restare aggiornati su eventi interessanti in programma.

Cosa troverai alla Reggia?

Per rifarci alle parole del sito ufficiale essa è un capolavoro dell’architettura tale da rientrare a pieno merito tra i Patrimoni Mondiali dell’Umanità.

Difficile spiegare in poche parole tutto quello che è conservato al suo interno, perché ai prati verdi e rigogliosi ricchi di incantevoli specie di flora e fauna si accostano antiche mura ancora esposte, fontane, collezioni d’arte e micro borghi davvero incantevoli.

Solo nella Reggia trovi le seguenti meraviglie da visitare:

Le Scuderie e la Citroniera di Filippo Juvarra sono oggi l’ambiente espositivo più esteso di tutta l’intera Reggia. All’interno troverai il Bucintoro commissionato da Vittorio Amedeo II nel 1729 e le carrozze da Gala dei Savoia.

Vi sono inoltre le sale dei Paggi e quelle delle Arti che ospitano spesso mostre periodiche e una meravigliosa vista sul giardino, specialmente quella sulla che affaccia sulla Fontana Del Cervo.

Con i tour potrete accedere all’appartamento matrimoniale e con i suoi arredi neoclassici e stravolti in parte dai successivi restauri che ne hanno accentuato i toni militari.

Altre visite del complesso Venariano

Poi ci sono i giardini verdi e profumati, perfetti per ristorarsi durante la visita o da attraversare con il trenino. Ci sarebbe da visitare anche il Castello della Mandria a un chilometro dalla Reggia.

Esso era la dimora preferita del Re in persona, il primo: Vittorio Emanuele II di Savoia, ovvero Vittorio Emanuele Maria Alberto Eugenio Ferdinando Tommaso di Savoia. Egli era Torinese e fu quindi anche l’ultimo re del Regno di Sardegna tra il 1849 ed il 1861.

Infine non possiamo tralasciare una menzione speciale al Teatro d’Acqua della Fontana del Cervo.

Se di giorno appare come una sontuosa Corte d’onore settecentesca con una maestosa fontana al centro, di notte tutto si colora di musica e luci.

Infatti getti e musica attuale o antica danno il ritmo ai giochi d’acqua che attira sempre molti visitatori grandi e piccini.