Metro Bruxelles: la mappa e le info utili

587

Bruxelles è una città non troppo estesa se considerate che ospita 176 545 abitanti. In rapporto a Roma, che ne fa oltre due milioni, capirete bene come l’area metropolitana della capitale del Belgio sia piccina al punto da poterla visitare in due o tre giorni. Date un’occhiata alla mappa per farvi un’idea. Capirete anche perché la Metro di Bruxelles non sia considerata una delle più efficienti ed organizzate in Europa. Essa infatti dispone di poche linee e di un servizio che non collega tutta la città.

La mappa della metro di Bruxelles

Guardando la mappa di Bruxelles noterete come la forma della città-capitale sia piuttosto irregolare e allungata. Il centro storico, chiamato Pentagone, accoglie la maggior parte dei punti di interesse, per cui non preoccupatevi del fatto che la Metro non possa portarvi ovunque.  Per avere sempre a portata di mano la mappa di Bruxelles cliccate qui sotto e salvatela sui vostri smartphone. Torna sempre molto utile.

Scarica qui la mappa della Metro di Bruxelles

Viaggio a Bruxelles in Metro

La metro di Bruxelles ha una distribuzione sulla mappa abbastanza insolita per cui anche se essa dispone di sei linee, in realtà è come se ce ne fossero tre. Guardando con attenzione la mappa della metro di Bruxelles, infatti, appare abbastanza chiaro che le linee si sovrappongono a due a due. Per scoprire i posti più belli della città vi abbiamo preparato un itinerario interamente situato sulla mappa della metro di Bruxelles. Raggiungerete i posti più belli della città comodamente e senza spendere un capitale. Siamo certi che vi piacerà!

Linea 1 e 5: la città da est a ovest

Queste due linee attraversano Bruxelles da est a ovest e si sovrappongono quasi totalmente. Ecco le fermate dove scendere per vedere i posti più belli della città!

Parco di Bruxelles – Fermata Metro Parc

Viene chiamato anche Parco Reale e confina con il Palazzo Reale. Si tratta di un’area verde rilassante in cui riposarsi da una bella camminata in centro e gustare i dolcissimi Waffles. Il Parco si anima molto di più dal tramonto in poi dove i residenti si riuniscono per bere birra e fare due chiacchiere.

Palazzo del Cinquantenario – Fermata Metro Shuman

Si tratta della sede della Monarchia Costituzionale Belga. Nel palazzo si tengono spesso riunioni ufficiali e l’ultima volta che i reali hanno vissuto lì è stata nel 1831. Non è sempre visitabile a causa della sua funzione istituzionale. Gli unici momenti dell’anno in cui vi si può accedere è dal 21 luglio (festa nazionale Belga) agli inizi di settembre. L’arco di trionfo è la parte più caratteristica e ricorda molto la Porta di Brandeburgo di Berlino.

Grand Place – Fermata Gare Centrale

Essa è con molta probabilità una delle piazze più belle al mondo, non a caso rientra tra i luoghi Patrimoni dell’Unesco. In questa piazza si affaccia il mercato dei fiori e la sera si accende di luci colorate romantiche e affascinanti. Intorno alla piazza si trovano le Case delle Corporazioni dove nacquero le arti e i mestieri che ancora oggi si praticano in molte piccole botteghe limitrofe. Potrete visitare la Casa dei Commercianti, quella dei Birrai, dei Sarti, dei Pittori e così via.

Linea 2 e 6: le linee circolari che passano sempre di frequente

Le linee circolari sono utilissime per avvicinarsi ai maggiori punti di interesse centrali. C’è da dire che i posti inseriti nell’itinerario che vi abbiamo preparato sono tutti molto vicini, per cui se è bel tempo è consigliabile spostarsi a piedi per non perdersi nulla delle bellezze della città.

Atomium – Fermata Metro Heisel

Affascinante struttura situata nel parco di Heysel, l’Atomium è un mastodontico cristallo di ferro ingigantito per ben 165 miliardi di volte. Ogni sfera della struttura, del diametro di 18 metri, ospita mostre, convegni ed eventi. Fu costruito per l’Esposizione Universale del 1958 con la promessa che sarebbe stato smantellato. Da qui si gode una vista meravigliosa e se volete spendere un po’ di più, nella sfera più alta è situato un lussuosissimo ristorante.

Musée Royaux des Beaux-Arts de Belgique – Fermata Metro Porte de Namur

Il museo delle Belle Arti è uno dei più importanti del Belgio che ospita oltre mille preziosissime opere tra sculture, dipinti e schizzi. In esso troverete la pittura fiamminga, Van Gogh, Gauguin e De Chirico. Ma non solo. Una sezione del Museo di cui parleremo più avanti ospita l’arte di Magritte,ovvero la più grande collezione mondiale di questo straordinario artista Belga.

Mini Europe – Fermata Metro Heisel

Oltre all’arte c’è anche il divertimento! Vicino all’Atomium sorge questo divertente parco che riproduce la storia dell’Unione Europea in scala. Potrete visitare oltre ottanta città in miniatura tra realistiche animazioni (tipo l’eruzione del Vesuvio) e mostre interattive. Si tratta di una delle attrazioni più famose di Bruxelles che ogni anno richiamano quasi 400.000 visitatori. Da vedere assolutamente!

Museo del Fumetto – Fermata Metro Botanique

Sapevate che il Belgio è la patria natale del fumetto? Impossibile non pensare ai Puffi o a Tintin e se siete appassionati dovreste entrare assolutamente nel museo di quella che è definita la nona arte belga: il fumetto, per l’appunto. 

Museo Magritte – Fermata Trone

Come anticipato sopra, eccoci alla fermata Trone della Mappa della Metro di Bruxelles. A pochi passi dalla stazione sorge l’incredibile Museo che ospita centinaia e centinaia di opere di Magritte, facendovi rivivere la sua vita attraverso le sue opere estatiche.

Linea 3 e 4: le linee che portano in centro

Su queste due linee della metro arriverete in men che non si dica al centro della città, nel Pentagone. In questo itinerario abbiamo inserito qualcosa più pop, come il pub Delirium Cafè.

Mannekin Pis – Fermata Metro De Broukere

Il bambino che fa la pipì è uno dei simboli della città più caratteristici. Si racconta che Julien, il bambino, sia il salvatore della città perché, urinando sulla miccia di una bomba, salvò Bruxelles da una imminente esplosione. La statua è visitata da numerosissimi turisti ogni giorno, molti dei quali gli donano dei vestiti. Julien non è l’unica statua immortalata a fare la pipì.

Mannekin Pis

Jeanneke Pis – Fermata Metro De Broukere

Anch’essa è una statuetta in bronzo che riproduce una bambina che fa pipì. Essa onora la fedeltà ed è considerata la sorellina di Julien e del Zinneke Pis, il cane che orina per strada. Simboli insoliti, certamente, ma pur sempre curiosi e caratteristici della città. Chi ha detto che al Nord sono “tutti chiusi e freddi”?

Delirium Cafè– Fermata Metro De Broukere

Questo pub è entrato nel Guinnes World Record per un primato mondiale: si tratta del locale che offre la maggior varietà di birre al mondo. Esso riprende il nome dalla birra Delirium Tremens e il suo simbolo rappresentativo è un elefante rosa. Offre oltre duemila tipologie di birra, motivo per cui è entrato nel libro dei record.

Le informazioni fondamentali per viaggiare in Metro a Bruxelles

La metro di Bruxelles apre alle cinque del mattino e chiude alla mezzanotte. La frequenza è nella media di altre capitali europee, da cinque a dieci minuti anche se la sera queste passano con frequenze di venti minuti. Non è considerato come il più efficiente sistema di trasporto metropolitano ed è coadiuvato da un capillare sistema di trasporto di autobus pubblici. Il biglietto vale per entrambi i mezzi di trasporto e non è troppo costoso. Lasciate stare i taxi se avete un budget limitato perché possono essere molto costosi.

E i biglietti?

Il biglietto ordinario vale un’ora e comprende qualsiasi cambio. Quello base costa 2,10€ mentre quello che include andata e ritorno (entro 24h.) ha un costo di 2,50€. Se acquistate i carnet da cinque o dieci biglietti risparmierete qualche euro perché i costi sono rispettivamente pari a 8,00 e 14,00 €. Se preferite la formula abbonamento potreste valutare l’opzione giornaliera che dura come il giorno solare. Il costo è pari a 7,50€.

Quando visitare Bruxelles?

Sicuramente è una città molto fredda, per cui viaggiare in inverno è fattibile ma solo se con abbigliamento adeguato. Il clima è di tipo sub-oceanico quindi freddo, umido ed estremamente piovoso. Pensate che la temperatura media a gennaio si aggira dai zero ai tre gradi mentre in estate è solo pari a 18,5 gradi.

Molto spesso questa capitale non è considerata come un’ambita meta turistica e difficilmente ne comprendiamo le ragioni. Si tratta pur sempre della “Capitale” europea, della patria del buon cioccolato e del fumetto, dopotutto. Bruxelles è una città non proprio mainstream ma di cui vi affezionerete tantissimo una volta visitata. C’è chi continua a tornarci appena il salvadanaio è pieno e chi, innamorato, decide di restarci a vivere. A tale proposito sapevate che in questa città quella degli italiani è la quarta comunità straniera più grande? Si, incontrerete parecchi conterranei.