Metro Lione: tutte le info utili e la mappa della metro

819

La metro di Lione nasce nel 1978 e si compone di quattro linee indicate con le prime quatto lettere dell’alfabeto, cioè A, B, C, D. Trasporta circa 700.000 passeggeri al giorno ed è decisamente pratica ed efficiente. Dopotutto Lione è la terza città più grande di tutta la Francia dopo Parigi e Marsiglia.

Il centro storico di Lione è Patrimonio Unesco ed è uno dei più caratteristici d’Europa perché vivace, colorato e a tratti pittoresco. A Lione ci sono numerose cose da vedere e, soprattutto da assaggiare: si tratta della città in cui culturalmente si suole collocare la nascita dalla cucina tipica francese. Vediamo tutte le informazioni sulla metro, sugli itinerari consigliati e su come muoversi con la mappa della metro di Lione.


Mappa della Metro di Lione

La mappa della Metro di Lione è fondamentale per spostarsi senza perdersi, data la vasta estensione della città. Per orientarvi potete seguire la divisione classica dei confini in quattro zone: Croix-Rousse, Fourvière, Città Vecchia e Presqu’ile. Per capire meglio di cosa stiamo parlando osservate la mappa della Metro di Lione che potete scaricare da qui sotto.

Scarica la mappa della metro di Lione da qui

Anche se la città è molto vasta i trasporti pubblici sono davvero efficienti, per cui non avrete alcun problema a raggiungere ogni punto della città.  Vi consigliamo, però, di pianificare il viaggio prima di partire grazie anche ai nostri itinerari consigliati. Inoltre il centro è visitabile a piedi, senza il bisogno di utilizzare i mezzi pubblici che invece sono necessari per raggiungere i punti di interesse più lontani. La città mette a disposizione ben 130 linee di bus, quattro linee della metro e cinque linee di tram. Non resterete mai a piedi!

simbolo metro lione
Simbolo della metro di Lione (Lyon)

Maggiori punti di interesse a Lione

Questa città è situata nel cuore della Francia, vicina a Torino, Nizza, Parigi e Marsiglia. In essa convivono storia repubblicana, modernità, Patrimoni dell’Unesco e movida notturna, oltre a una buona dose di cultura enogastronomica deliziosa. Per farvi un’idea di tutto quello che c’è da vedere potreste dare un’occhiata qui, dopo aver scaricato la mappa della Metro di Lione: programmando il vostro viaggio in anticipo risparmierete tempo e denaro.

La Città Vecchia di Lione

Si tratta del cuore della città nonché del più grande quartiere di animo rinascimentale di tutta l’Europa. Si trova sulla Presqu’ile, la penisola che sorge tra i fiumi Rodano e Saona. Esso è costituito da piazzette e passaggi segreti che portano alle vecchie botteghe artigiane e alle chiese di St. Jean, San Paolo e San Giorgio. La Vecchia Lione è interamente tutelata dai regolamenti dei Patrimoni dell’Unesco e ospita il Museo delle Belle Arti e la Place Des Terreaux.

Le colline di Fourvière e Croix-Rousse a Lione

I Lionesi la chiamano “La Collina che lavora” perché è stata storicamente la patria delle botteghe. Oggi ce ne sono meno del passato ma resta comunque un piccolo cuore della città in cui passeggiare e scoprire angoli nascosti. Anche le Fourvièere è una collina pulsante ma qui il fattore religioso è decisamente più presente. Vale la pena visitare il Lugdunum e il Teatro Odeon.

I Traboules di Lione

Sono i passaggi coperti di Lione, una delle caratteristiche simbolo della città. Venivano usati per trasportare le merci preziose al riparo dalla pioggia o per sfuggire ai nazisti. Oggi alcuni sono aperti al pubblico mentre altri sono diventati privati. A Rue St. Jean e a Place du Governement ci sono i più famosi.

Il Muro dei Lionesi

Si tratta di un palazzo molto particolare perché ritrae la vita di Lione e i suoi personaggi caratteristici sulla facciata di uno stabile. Potrete osservare i Fratelli Lumière e l’imperatore Claudio (e molti altri) intenti nelle loro attività a due passi dalla fermata della metro di Hotel de Ville.

I Bouchons

I Bouchon lionesi sono trattorie tipiche che offrono generosi pasti innaffiati di ottimo vino che richiamano la storia e la tradizione della città. I pasti che potrete gustare sono quelli tipici degli operai e dei cavalieri. Formaggi alle erbe, carni speziate e trippe marinate sono i piatti più tipici. Il bouchon più famoso è il Cafè des Federations ma occorre prenotare con lauto anticipo per trovare posto.

Metro di Lione e biglietti: come organizzarsi?

Come ogni grande città che si rispetti, anche Lione prevede tariffe agevolate per turisti e per le quali il biglietto standard non è la soluzione più pratica ed economica. C’è da dire che il biglietto ordinario, in ogni caso, costa quasi quanto un biglietto ordinario italiano, per cui se proprio non avete voglia di acquistare un carnet o un abbonamento spenderete 1,90€ ogni sessanta minuti. Tutti i biglietti sono utilizzabili su tutti i mezzi di trasporto pubblico, cambi inclusi. Vediamo nello specifico le tariffe.

Biglietti standard della Metro di Lione

Biglietto Unitario: vale un’ora dalla convalida e include i cambi e i viaggi di ritorno. Il costo è di 1,90€. Potete acquistarlo anche a bordo al costo di 2,20€ ma non pagate con banconote da cinquanta euro perché vi fanno scendere.

Biglietto Liberte: di questa sezione ci sono cinque tariffe orarie. Si parte da un minimo di due ore al costo di 3,10€, il cui risparmio sul biglietto standard è di soli cinquanta centesimi. Non proprio conveniente. A seguire c’è la tariffa di 24 ore con un utilizzo illimitato e per cui sono validi tutti i cambi entro l’arco di 24 ore a partire dalla prima convalida. Il costo è di 6€. Con le stesse garanzie trovate le formule a 48 ore (11,50€) e a 72 ore (15,50€). Se il vostro viaggio dura dai tre giorni in più la formula di 72 ore è quella che garantisce maggior risparmio. C’è anche quella serale, ovvero il Biglietto Soiree che a 3,10€ consente di viaggiare con formula illimitata dalle 19,00 fino alla chiusura del servizio.

La Lione City Card

Altri biglietti: il passepartout di Lione è la Lione City Card con la quale avrete accesso illimitato a tutta la città che non ha un costo troppo elevato e che dà la possibilità di usufruire di sconti per gli ingressi a attività di interesse e musei. In particolare i costi sono i seguenti:

  • Un giorno: adulti 25€, studenti 21€, bambini 17€
  • Due giorni: adulti 35€, studenti 29€, bambini 24€
  • Tre giorni: adulti 45€, studenti 37€, bambini 31€
  • Quattro giorni: adulti 55€, studenti e bambini 38€

Il costo non è proibitivo ma dovete guardare prima tra le attrazioni incluse per decidere se questa può essere un’opzione conveniente per il vostro tipo di viaggio a Lione. Le informazioni su tutte le attività gratuite o scontate a cui avete diritto acquistando la Lione City Card sono tutte qui, sul sito ufficiale. Potete richiedere la carta e valutare, di volta in volta, gli sconti e le promozioni dedicate a questa carta.

Come vivere al meglio il vostro viaggio a Lione

Lione è una città estremamente sicura e controllata. Questo è dovuto ad un’amministrazione comunale davvero attenta all’ordine pubblico, anche in ragione della sequela di attentati che hanno duramente colpito la Francia. Ecco perché la città è blindata di telecamere di sorveglianza che controllano a tutte le ore cosa succede in città. Le periferie, tuttavia, sono un po’ meno sicure perché sono destinate alle popolazioni meno integrate e sono appunto teatro di criminalità e degrado.

Metro di Lione e cautele

State molto attenti ai borseggiatori e tenete sempre custodito il vostro portafoglio. Tenete sempre a portata di mano la mappa della Metro di Lione e rispettate le abitudini dei cittadini. Non tenete incustodite le vostre borse ed evitate di occupare punti di transito, tornelli e biglietterie.

Curiosità culturali (ma non troppo)

A Lione non tutti parlano inglese e, come in tutta la Francia, troverete qualche cittadino che potrà fare finta di non capirvi. Imparate qualche parola prima di partire e siate cordiali. I francesi non vedono di buon occhio gli italiani “medi”, tanto che hanno un termine che utilizzano per indicarci come confusionari e pasticcioni. “Rital” e il modo dispregiativo con cui i francesi chiamano gli italiani.

Nomignoli e stereotipi: le rivalità storiche vivono ancora oggi

Questa popolazione è solita “sbeffeggiare” altri popoli tant’è che ha un nomignolo anche per gli inglesi, gli americani e gli spagnoli. I “Ritail” sono operai italiani immigrati. Si tratta di un termine impiegato per indicare lo stereotipo dell’italiano immigrato.Non è un’abitudine troppo diffusa ma conviene evitare di rinsaldare queste credenze comportandosi in modi non civili. Dopotutto la rivalità culturale non è un mistero!

Meteo di Lione: quando partire?

A Lione il clima è di tipo semi-continentale. Che significa? Che l’umidità è una condizione perenne. Per le donne questo si traduce in una chioma sempre disordinata se non partite con l’equipaggiamento giusto! Comunque gli inverni sono sempre molto rigidi ed in estate la situazione non migliora perché il clima è sempre molto fresco, salvo sporadiche giornate in cui le massime toccano i 35°. Si tratta di una citta il cui clima è imprevedibile, tant’è che può variare a pochi chilometri di distanza. Sono state analizzate ben 24 differenti zone climatiche in città per cui il miglior momento è partire da maggio a ottobre. L’abbigliamento? Scarpe chiuse e comode, cotone traspirante, giacche a vento e “sistema a cipolla”.